CAF Champions League: ultima giornata della fase a gruppi

[db] Sesta e ultima giornata della fase a gruppi di CAF Champions League. Con le quattro semifinaliste già matematicamente definite (TP Mazembe, AS Vita Club, CS Sfaxien ed ES Sétif) restano solo da delineare gli accoppiamenti in semifinale, che vedranno la prima di un gruppo affrontare la seconda dell’altro.

GRUPPO A
Classifica: TP Mazembe 10 (+3); AS Vita Club 10 (+2); Zamalek 4 (-2); al-Hilal Omdurman 4 (-3).

AL-HILAL OMDURMAN – ZAMALEK

Gara utile solamente per il terzo posto: gli egiziani dello Zamalek e i sudanesi dell’al-Hilal, a pari merito a 4 punti, sono entrambi già matematicamente eliminati. Lo scontro di andata, il 24 maggio, rappresentò l’unica vittoria per lo Zamalek, che si impose 2-1 grazie a un gol del terzino sinistro Mohamed Abdel-Shafi a dieci minuti dal fischio finale. A pagare per l’eliminazione dello Zamalek dalla CAF Champions League è stato l’allenatore Mido, sostituito da Hossam Hassan. Nei giorni scorsi il presidente del club Mortada Mansour è scampato a un attentato.

AS VITA CLUB – TP MAZEMBE

Derby congolese per la vetta del girone: il Vita Club (recentemente colpito dallo scandalo Etekiama, giocatore che fu strumentale nella conquista dei quattro punti nei due scontri con l’al-Hilal e che ora è stato squalificato dal CAF) e il TP Mazembe si trovano in testa alla classifica a pari merito, con dieci punti a testa. Nella classifica ha la meglio di un soffio il Mazembe, forte di una migliore differenza reti. All’andata a Lubumbashi fu proprio il Mazembe a imporsi, grazie a una rete dell’attaccante tanzaniano Mbwana Samatta. L’incontro tra le due squadre solleva qualche preoccupazione sulla sicurezza: lo scorso 12 maggio quindici persone sono morte, schiacciate nella folla, durante uno scontro di campionato tra le due squadre allo stadio Tata Raphaël di Kinshasa.

GRUPPO B
Classifica: CS Sfaxien 10 (+3); ES Sétif 9 (+3); Espérance de Tunis 4 (-2); al-Ahly Bengasi 4 (-4).

CS SFAXIEN – ES SÉTIF

Sfida per il primo posto del girone tra i tunisini dello Sfaxien e gli algerini del Sétif: con entrambe le squadre già qualificate allo Sfaxien basta un risultato positivo per reclamare la vetta, mentre il Sétif deve trovare una vittoria in trasferta per scavalcare i rivali. Lo Sfaxien, dopo un deludente pareggio nella prima giornata del campionato tunisino, ha demolito l’AS Djerba 5-0 durante la settimana. Il Sétif ha invece iniziato il suo campionato settimana scorsa costringendo a un pareggio i campioni uscenti dell’USM Algeri. L’incontro di andata, il 25 maggio, si concluse su un pareggio tra le due squadre.

ESPÉRANCE DE TUNIS – AL-AHLY BENGASI

Solo un’uscita onorevole rimane in palio tra l’Espérance de Tunis e i libici dell’al-Ahly Bengasi. Mentre il campionato libico è stato sospeso per via dei recenti scontri avvenuti a Tripoli e Bengasi, l’Espérance ha fatto un esordio molto deludente nel campionato tunisino, di cui è campione uscente, conquistando solo un punto in due partite. I risultati, uniti all’eliminazione in CAF Champions League, hanno determinato il licenziamento dell’allenatore Sébastien Desabre, sostituito da Khaled Ben Yahia, libero e bandiera della squadra tra il 1980 e il 1994 e poi allenatore a più riprese della squadra tra il 1996 e il 2007. Con l’Espérance Ben Yahia ha vinto sette campionati da giocatore e uno da allenatore.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s