CAF Champions League: lo Zamalek chiude all’ultimo posto

[db] Zamalek sconfitto in Sudan e costretto all’ultimo posto per il gruppo A della CAF Champions League. Per gli egiziani l’unica vittoria del girone era arrivata proprio contro l’al-Hilal nel secondo turno del girone, il 24 maggio. Da allora non solo lo Zamalek ha portato a casa un solo punto in classifica (un pareggio a reti bianche contro il TP Mazembe), ma è rimasto per oltre trecento minuti senza segnare nemmeno una rete a livello continentale. Un digiuno, quantificato in 333 minuti, interrotto proprio ieri pomeriggio dalla rete dell’ala ventenne Mostafa Fathi dopo circa un’ora di gioco, vana per il risultato della squadra del Cairo.

Per entrambe le squadre si conclude l’avventura continentale, nonostante entrambe abbiano fatto ricorso contro l’AS Vita Club per aver utilizzato in alcune gare del torneo Taddy Etekiama Agiti, il calciatore recentemente squalificato per aver fatto uso di una doppia identità per giocare con la nazionale congolese. I ricorsi di entrambe le società sono stati rigettati in quanto il CAF non ha considerato il Vita Club responsabile di quanto avvenuto. Il girone si completerà domenica con la sfida tra le due congolesi Mazembe e Vita Club, per decidere la testa del girone e gli accoppiamenti delle semifinali, mentre le altre due semifinaliste (CS Sfaxien ed ES Sétif) si giocheranno oggi pomeriggio il primo posto del girone.

AL-HILAL OMDURMAN – ZAMALEK 2-1
Khartoum Stadium, Khartoum
Arbitro: Hamada al-Mousa
Gol: 35′ pt Bashir, 39′ st Bakri | 16′ st Fathi

Mattatore della gara per i padroni di casa dell’al-Hilal, è stato Bakri Almadina, attaccante ventiseienne autore di un gol e un assist. Il risultato si sblocca al 35′, quando Bakri Almadina si invola sulla fascia sinistra e mette la palla in mezzo per il compagno di squadra Mohammed Bashir (detto Besha), autore del primo gol. Il pareggio dello Zamalek arriva sul quarto d’ora del secondo tempo con la sopracitata rete di Mostafa Fathi, entrato in area a tutta velocità grazie a una sponda di un compagno di squadra su un lancio lungo dalla difesa. A risolvere l’incontro, a meno di dieci minuti dalla fine, è di nuovo Bakri Almadina, con un sinistro dal limite dell’area al termine di un’azione personale.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s