Il CAF dice stop alle delocalizzazioni, la Costa d’Avorio minaccia forfait

[db] Il CAF ha rifiutato le richieste di delocalizzazione delle partite di qualificazione alla Coppa d’Africa avanzate da Costa d’Avorio, Mali e Congo. Dopo lo spostamento degli incontri casalinghi di Sierra Leone e Guinea Conakry per via del virus Ebola, per le stesse motivazioni erano arrivate altre richieste di spostamento: la Costa d’Avorio, avendo bloccato ogni manifestazione sportiva internazionale sul proprio suolo, aveva chiesto di non ospitare l’incontro con la Sierra Leone. Una richiesta analoga era arrivata dal Congo, che non voleva essere costretto a giocare in suolo nigeriano. Altra motivazione aveva spinto invece il Mali, preoccupato di giocare in Algeria dopo che una sassaiola da parte degli spettatori è costata la vita al calciatore camerunense Albert Ebossé al termine di un incontro di campionato.

La Costa d’Avorio ha intanto dichiarato di essere pronta a dare forfait nell’incontro con la Sierra Leone, previsto per il 6 settembre ad Abidjan. Per minimizzare ogni rischio, come preannunciato dal CT Johnny McKinstry in un’intervista ad Africalcio, la Sierra Leone ha convocato la propria squadra scegliendo solo i giocatori che vivono all’estero e ha assicurato che tutto lo staff che viaggerà dalla Sierra Leone verrà visitato ed esaminato prima della partenza.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s