Supercoppa e Premier League, al via la stagione egiziana

[db] Con l’incontro di Supercoppa tra al-Ahly e Zamalek del 14 settembre prenderà il via la stagione 2014/2015. Il giorno successivo al derby del Cairo scenderanno in campo le altre squadre per la prima giornata di campionato, con il solo rinvio degli incontri al-Ahly – Ittihad e Zamalek – ENPPI per via dell’impegno di Supercoppa del giorno precedente. L’al-Ahly cercherà di difendere il suo trentasettesimo titolo di lega, vinto lo scorso luglio.

Per la prima volta dal 2012 il campionato tornerà ad avere un girone unico. Dopo la strage di Port Said, che aveva visto la morte di 74 supporters dell’al-Ahly al termine di un incontro con l’al-Masry, per due stagioni il campionato è stato diviso in due gironi per evitare che le due squadre potessero incrociarsi. Continuerà invece il divieto di assistere alle partite a tutti i tifosi egiziani, per una decisione del ministero dell’Interno.

L’al-Ahly è allenato dallo spagnolo Juan Carlos Garrido, ex Villareal, Club Brugge e Real Betis. Punti di forza della squadra sono gli attaccanti Gedo e Amr Gamal, mentre la squadra è stata rinforzata dal rientro del centrocampista Hossam Ghaly dal Lierse e dall’arrivo dell’attaccante etiope Saladin Said dal Wadi Degla. Sotto Garrido la squadra cercherà di riportarsi al più alto livello nelle competizioni continentali, dopo la deludente “retrocessione” di quest’anno dalla CAF Champions League alla CAF Confederation Cup.

Simile fato nelle competizioni continentali è toccato allo Zamalek eliminato alla fase a gruppi della CAF Champions League. La squadra è diretta dal presidente Mortada Mansour, recentemente scampato a un attentato, e ha fatto il colpo dell’estate con l’attaccante franco-burkinabé Abdoulaye Cissé, ex Montpellier e Grenoble, tornato allo Zamalek dopo una stagione in Libia all’al-Ittihad. Tra i punti di forza l’attaccante Dominique da Silva, prelevato lo scorso gennaio dai rivali dell’al-Ahly e il terzino sinistro Mohamed Abdelshafi. La squadra ha recentemente cambiato allenatore, richiamando una leggenda del club come Hossam Hassan.

Tra le possibili outsider va citato l’Ismaily, allenato dal brasiliano Heron Ferreira, che recentemente ha recuperato il terzino sinistro Ahmed Samir Farag, ex Sochaux, dal Lierse. L’Ismaily è il club di provenienza di Ahmed Hegazy, difensore della Fiorentina. Un’altra squadra che potrebbe sparigliare la parte alta della classifica è l’al-Ittihad di Alessandria d’Egitto, rinforzatasi con il prestito di Mohammed Yahaya, mediano ghanese dell’Asante Kotoko passato per Nizza nel 2007/2008. Attenzione anche al Petrojet di Suez, squadra di cui è proprietaria la compagnia petrolifera statale fondata otto anni fa, che negli ultimi due anni ha battagliato nelle prime posizioni del campionato. La squadra ha da poco ingaggiato il guineano Victor Correia, trequartista passato da Lokeren, Losanna e Racing Club Strasburgo.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s