Caso Etekiama: il Ruanda rinuncia ai naturalizzati

[db] Il calcio ruandese reagisce al caso Etekiama con una decisione salomonica: la Ferwafa ha deciso di non convocare più giocatori naturalizzati dopo che uno di questi, il congolese Daddy Birori, è stato squalificato perché in possesso di una seconda identità (Taddy Etekiama) con cui prestava servizio per il suo club. La squalifica di due anni comminata al giocatore ha anche avuto come conseguenza una sanzione ai danni della nazionale ruandese, eliminata dalle qualificazioni alla Coppa d’Africa.

Il CT del Ruanda Stephen Constantine, in un’intervista a supersport.com, ha spiegato: “Abbiamo preso una decisione dura, scegliendo di separarci da tutti i giocatori che non erano nati in Ruanda. Si tratta di un brutto colpo per noi, ma era tempo che agissimo”.

Tra i giocatori a cui il Ruanda dovrà rinunciare c’è la stella della squadra Meddie Kagere, in forza al FK Tirana, autore di nove gol in 29 presenze con la maglia degli Amavubi dal 2011. Altri giocatori che non vestiranno più la maglia del Ruanda saranno Jimmy Mbaraga e Peter Kagabo (Police FC) e Jerome Sina (Rayon Sport). “Ora c’è un buco, visto che quattro di loro erano attaccanti. Si tratta di un buco considerevole e proveremo a riempirlo”, ha spiegato Constantine, che ha poi aggiunto: “Se prima avevamo un bacino di trenta giocatori tra cui scegliere, ora ne abbiamo venticinque. Dobbiamo cominciare a sviluppare i giocatori più giovani e decidere correttamente che dobbiamo usare solo giocatori nati qui. Avremmo già dovuto farlo”.

I giocatori naturalizzati dovranno restituire all’Ufficio Immigrazione ruandese ogni documentazione che attesti la loro rinnovata nazionalità, inclusi i documenti di identità, e dovrebbero rientrare in possesso delle rispettive nazionalità. I loro passaporti non saranno più utilizzabili per viaggiare né per rappresentare il Ruanda. Alcuni di loro, che hanno subito un cambio di nome durante il processo di naturalizzazione, torneranno a utilizzare il nome precedente. Il presidente della Ferwafa Vincent Degaule Nzamwita ha spiegato che la federazione sta muovendosi in sinergia con la federcalcio della RD Congo per evitare che i giocatori possano avere doppie identità e giocare nei campionati dei due paesi sotto nomi differenti.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s