CAN 2015, Day 4: ancora una giornata di 1-1

SCARICA L’E-BOOK AFRICALCIO

1-1 si conferma il risultato di questa Coppa d’Africa: come gli incontri del girone B e un incontro del girone A, anche le due partite del gruppo D, in scena a Malabo, si sono conclusi con una rete per parte. Si registra anche il primo cartellino rosso del torneo, all’ivoriano Gervinho.

COSTA D’AVORIO – GUINEA CONAKRY 1-1
27′ st Doumbia | 36′ pt Yattara M.

Il gruppo di Malabo presenta subito un 1-1 nel match inaugurale tra Costa d’Avorio e Guinea e i più contenti del risultato sono gli Elefanti e non i guineani, che hanno gettato al vento un’occasione forse irripetibile. Il match racconta di un primo tempo giocato a ritmi buoni che scorre via fino al 22′, quando alla prima occasione in cui la Guinea si presenta seriamente in attacco, Gervinho prende una traversa. Nessuno sbaglio: il fatto è che i guineani provano un cambio di fronte da sinistra a destra del loro attacco, ma il cross di Ibrahim Traoré finisce per innescare il contropiede degli avversari. Gervinho è imprendibile, scambia con Bony posizionato in area e sferra un tiro potente che Yattara devia sulla traversa. Sembra il preludio al gol, ma si rimane sullo 0-0 un po’ per i soliti leziosismi (vedi Kalou che al limite dell’area si produce in un inutile tacco), un po’ per la solita poca concretezza di Gervinho, comunque il migliore dei suoi. Così a passare sono i guineani al 36′. Cross di Traoré, Aurier respinge male e Yattara jr gira in rete con rapidità e potenza.

A inizio ripresa Bony si rende finalmente pericoloso con un tiro che finisce sopra la traversa, ma poco dopo la Costa d’Avorio rischia il tracollo. Un veloce contropiede di Conté è fermato da una fallaccio di Serey Dié, che per sua fortuna rimedia solo il giallo. Il rosso arriva poco dopo: Gervinho è giustamente espulso perché, in attesa che i suoi battano un corner, prova a liberarsi dell’asfissiante controllo di Keita colpendolo in testa con una gomitata. Passano una manciata di minuti e il solito Traoré con un tiro a giro dal limite dell’area colpisce la traversa con Gbohouo che battezza la palla fuori con un po’ di sufficienza. Anche Tioté è ammonito e allora Renard decide di cambiare qualcosa: fuori un terribile Kalou e Serey Dié, dentro l’attaccante del CSKA Doumbia e Tiéné. Difesa che passa a tre o forse a due (Aurier continua a spingersi avanti), ma prima di poter capire se è la mossa giusta, arriva la mossa sbagliata. Dussuyer al 71′ toglie Yattara jr, ancora mobile e pericoloso, e inserisce Abdoul Camara. Forse è anche sfiga, ma dopo neanche un minuto Bony stoppa di petto in area e serve Doumbia che in diagonale batte Yattara. 1-1 e per di più l’ex Swansea (ora City) manca due minuti dopo il tap in su splendido cross di Aurier. Rimane il tempo per vedere un incolore Yaya Touré uscire dal campo e poi basta.

Ultima nota per gli italiani, tra le file dei Guineani due conoscenze: Constant, che ha addirittura rischiato di innescare un gol battendo una punizione dal limite, e uno dei due fratelli di Pogba, Florentin del Saint-Etienne (il terzo, gemello di quest’ultimo, gioca nel Pescara ma non è stato convocato). [a cura di Calcio Romantico]

COSTA D’AVORIO – GUINEA CONAKRY 1-1
COSTA D’AVORIO: Gbohouo, Aurier, Touré K., Bailly, Kanon, Die (20′ st Tiéné), Tioté, Touré Y. (41′ st Doukouré), Kalou (19′ st Doumbia), Bony, Gervinho. All. Rénard.
GUINEA CONAKRY: Yattara N., Sylla Is., Pogba, Camara F., Sankoh, Keita N., Fofana B., Constant, Conté, Traoré, Yattara M. (71′ Camara A.). All. Dussuyer.
GOL: 27′ st Doumbia | 36′ pt Yattara M.
Note: al 13′ st espulso Gervinho (CIV)

CAMERUN – MALI 1-1
39′ st Oyongo | 26′ st Yatabaré S.

Il Camerun, una delle grandi favorite dopo la resurrezione post-Mondiale della squadra, fatica e soffre contro il Mali, ottenendo il pareggio solo nel finale. I primi scambi del match hanno fatto vedere un Mali più in forma in un incontro giocato a viso aperto e con mentalità offensiva da entrambe le squadre. A salvare i vari buchi lasciati sulla destra dalla difesa del Camerun è Fabrice Ondoa, portiere di proprietà del Barcelona.

Nonostante le tante occasioni, solo a venti minuti dalla fine il risultato si sblocca: è il Mali a passare in vantaggio con un gol del centrocampista Sambou Yatabaré che, imboccato da una punizione di Seydou Keita, stoppa di petto e calcia al volo in rete. Il pareggio arriva in zona Cesarini da Ambroise Oyongo, al suo primo gol internazionale, servito da un lancio di Benjamin Moukandjo dalla trequarti.

CAMERUN – MALI 1-1
CAMERUN: Ondoa, Oyongo, N’Koulou, Chedjou, Bedimo, Loé, Choupo-Moting, Enoh (17′ pt Etoundi), Salli, Aboubakar, Moukandjo. All. Finke.
MALI: Diakité S., Diakité D., Wague, Coulibaly S., Tamboura, N’Diaye (35′ st Doumbia), Sylla, Keita, Yatabaré S. (49′ st Traoré), Yatabaré M. (41′ st Maiga), Sako. All. Kasperczak.
GOL: 39′ st Oyongo | 26′ st Yatabaré S.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s