CAN 2015, Day 7: Asamoah Gyan regola l’Algeria nel finale

SCARICA L’E-BOOK AFRICALCIO

[Calcio Romantico] Anche nel Gruppo C, il gruppo “della morte”, nessuna squadra è a punteggio pieno. Il Senegal, con il pareggio ottenuto, è a quota 4, un punto in più di Algeria (prossima sua avversaria) e Ghana. Il Sud Africa chiude a 1, ma non è ancora tagliato fuori.

La notizia del giorno è legata a Christian Gourcuff, la cui madre è morta ieri. Il CT dell’Algeria ha deciso di rimanere alla Coppa d’Africa invece di fare ritorno in Francia per i funerali.

GHANA-ALGERIA 1-0
48′ st Gyan

Ecco spiegato il motivo per cui Asamoah Gyan è il giocatore più importante del Ghana: secondo minuto di recupero, la partita è ancora sullo 0-0, un risultato che di fatto condanna le Black Star a una probabile eliminazione; la rimessa in gioco di Razak Brimah è lunga, lunghissima, rimbalza oltre metà campo e Gyan si butta in velocità, brucia Medjani e con un destro incrociato batte Rais M’Bolhi. 1-0 e Algeria raggiunta a quota tre.

Il match non dice molto altro. I ghanesi provano a giocare di più, ma sembrano imballati. Gli algerini puntano allo 0-0 e a qualche rapida manovra o al contropiede. Di azioni pericolose davvero ne fanno una per tempo: in entrambi i casi è Bentaleb ad avere la palla buona, servitagli in entrambi i casi da Feghouli. Al 19′ un tiro da centro area finisce malamente a lato, al 66′ la conclusione arriva da posizione più defilata e si spegne di poco alla sinistra del palo di Razak. Il Ghana si rende per la prima volta pericoloso sul finire del primo tempo, quando Atsu serve a Gyan un bel pallone a centro area. Ma evidentemente non è il momento giusto. A cavallo tra il 52′ e il 61′ arrivano altre due occasioni: ancora Asamoah Gyan e poi Jordan Ayew mandano di poco a lato dopo belle iniziative portate avanti sulla fascia, rispettivamente, da Afful a destra e Andre Ayew a sinistra. Tutto sembra andare verso lo 0-0 e, invece, arriva la già raccontata zampata del campione.

GHANA – ALGERIA 1-0
GHANA: Razak, Amartey, Mensah, Afful, Baba, Acquah (10′ st Wakaso), Atsu, Agyemang-Badu, Ayew A. (39′ st Asante), Ayew J., Gyan. All. Grant.
ALGERIA: M’Bolhi, Mandi, Bougherra, Medjani, Ghoulam, Taider, Lacen (26′ st Mahrez), Bentaleb, Feghouli, Belfodil (11′ st Slimani), Brahimi (42′ st Kadir). All. Gourcuff.
GOL: 48′ st Gyan

SUD AFRICA-SENEGAL 1-1
2′ st Manyisa | 15′ st Mbodj

Un primo tempo senza emozioni, una ripresa giocata a buon ritmo e godibile fanno da sfondo a questo pareggio che fa la gioia del Senegal, a un passo dalla qualificazione. Per il Sud Africa, ancora una volta, l’incapacità di gestire il vantaggio.

Veniamo alla cronaca, anzi ai fatti salienti, come si diceva una volta. Prima frazione generosa da parte del Sud Africa, che però mostra i suoi limiti nel finalizzare la manovra, ancor più che nell’incontro perso contro l’Algeria. L’azione più pericolosa arriva, infatti, allo scadere ed è del Senegal: il colpo di testa di Mame Diouf su corner va di poco a lato.

A inizio ripresa il gol che sblocca il risultato. Ngcongca scende sulla destra, mette un cross basso che attraversa l’area senza nessuno lo intercetti, palla a Manyisa che arriva dalla sinistra, controlla e incrocia sul secondo palo dove Coundoul non può arrivare. Il Senegal reagisce subito. L’attaccante del Southampton Mane, lasciato in panca nel primo match, pareggia al 57′ sugli sviluppi di un corner. L’arbitro, però, annulla giustamente visto che Gueye disturba Mabokgwane. L’1-1 è rimandato di soli tre minuti: punizione di Diop dalla tre quarti sinistra, imperioso stacco di Mbodj che batte l’estremo difensore sudafricano, forse sorpreso troppo avanti rispetto alla linea di porta. Nell’ultima mezzora le due squadre non si risparmiano e creano numerose situazioni interessanti. Le occasioni vere sono, però, solo due, una per parte. All’81’ N’Doye (appena entrato al posto di Sow) rischia di diventare il match winner, invertendo quanto fatto da Sow nella partita col Ghana: una sua bordata da fuori area è respinta in angolo da Mabokgwane. All’83’ un’azione da Sud Africa, di quelle viste contro l’Algeria: scambi stretti e rapidi pallone che dal centro va sul fondo e poi di nuovo al centro, dove Matlaba è contrato da Gassama al momento del tiro. Il fischio finale lascia tutti ancora in gioco e nessuno al sicuro. Si vedrà fra quattro giorni. Intanto segnaliamo il ritorno degli 1-1 dopo due giorni di assenza.

SUD AFRICA – SENEGAL 1-1
SUD AFRICA: Mabokgwane, Hlatshwayo (30′ pt Gcaba), Mathoho, Ngcongca, Matlaba, Furman, Vilakazi, Manyisa (27′ st Letsholonyane), Jali, Phala (22′ st Parker), Rantie. All. Mashaba.
SENEGAL: Coundoul, Sané L., M’Bengue, Mbodj, Gassama, Diop (45′ st Saivet), N’Diaye (39′ st Kouyaté), Gueye, Diouf, Mané, Sow (34′ st N’Doye). All. Giresse.
GOL: 2′ st Manyisa | 15′ st Mbodj

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s