CAN 2015, quarti di finale: la rimonta dell’RD Congo e l’ira della Tunisia

SCARICA L’E-BOOK AFRICALCIO

Saranno RD Congo e Guinea Equatoriale le prime due semifinaliste della Coppa d’Africa, dopo aver rimontato su Congo e Tunisia nei quarti di finale: due nomi su cui pochissimi avranno scommesso in una Coppa d’Africa che sta regalando tantissime sorprese.

La giornata di oggi è stata quella delle rimonte: i quattro gol in 25 minuti segnati dalla RD Congo ai “cugini” del Congo Brazzaville per rimontare il 2-0 al 62′ ed eliminare la squadra di Claude Le Roy e il pareggio – su discutibile rigore – nel recupero della Guinea Equatoriale per poi andare a vincere con la Tunisia nei supplementari. Tunisia che non ha preso bene il risultato e le decisioni dell’arbitro mauriziano Rajindraparsad Seechurn, rincorso nel tunnel al termine dell’incontro.

CONGO BRAZZAVILLE – RD CONGO 2-4
10′ st Doré, 17′ st Bifouma | 20′ st e 45′ st Mbokani, 30′ st Bokila, 36′ st Kimwaki

Sei gol, tre legni, tante occasioni, una rimonta incredibile. Il duello Congo Brazzaville-Congo Kinshasa, che ha aperto i quarti di finale a Bata, ha regalato una ripresa da ricordare a lungo.

I ragazzi di Le Roy hanno ottenuto due vittorie e un pareggio nella fase a gironi e ritrovano lo squalificato Moubhio al centro della difesa. Favoriti sono, però, i leopardi della RD, che possono contare su persone con maggior esperienza internazionale come Mbokani, Bolasie e Kidiaba. Per loro, intanto, una novità iportante: Bokila, autore del pareggio contro la Tunisia, è in campo dall’inizio.

Il poco che offre il primo tempo è di marca RD Congo. Un Bolasie un po’ più ispirato rispetto alle prime gare, un centro di Makiadi messo alto da Mbemba di testa e due tiri di Bokila parati da Mafoumbi. Il Congo di Le Roy fa poco in attacco e aspetta gli avversari, anche se l’unico giallo (Makiadi) lo guadagna Bifouma con una ripartenza.

I fuochi di artificio iniziano al 53′. Lancio lungo, torre di Mbokani e Bokila colpisce la traversa. La legge del calcio si materializza poco dopo: Kidiaba finora ha dovuto respingere solo un passaggio avventato all’indietro e in sette minuti si trova con due palloni nel sacco. 55′: punizione dalla tre quarti di Ndinga, Mongongu si perde Doré che da pochi passi mette dentro. 63′: i leopardi soffrono il pressing portato dagli attaccanti avversari, Doré recupera palla, Kidiaba esce dalla porta, un rimpallo e sfera che arriva a Bifouma. Per l’attaccante dell’Almeria il 2-0 è facile.

La RD Congo, che tra i due gol subiti ha colpito un’altra traversa (con Makiadi su punizione), non ci sta. Bolasie è imprendibile sulla sinistra, arriva sul fondo e crossa per Mbokani che mette dentro. Bokila prima sfiora il pareggio (tiro di poco al lato), poi lo realizza al 76′ con un tiro da dentro l’area. Il finale è scritto. Il 3-2 su punizione del neo entrato Kebano all’81’, testa di Kimwaki (in campo dal 50′ per l’infortunio di Zakuani e uno dei responsabili del raddoppio Congo). Kidiaba si scatena nella sua consueta danza e fa il bis al 2′ di recupero, quando Mbokani in contropiede segna il definitivo 4-2. Definitivo perché un tiro quasi dal fondo di Bifouma un minuto dopo finisce sul palo. [Calcio Romantico]

CONGO BRAZZAVILLE – RD CONGO 2-4
CONGO BRAZZAVILLE: Mafoumbi, Baudry, Babélé, Moubhio, Bissiki, Ndinga, Litsingi (39′ st Gandzé), Oniangué, Moutou (39′ st Ondama), Doré (30′ st Malonga), Bifouma. All. Le Roy.
RD CONGO: Kidiaba, Issama, Mongongu, Zakuani (5′ st Kimwaki), Kasusula, Mbemba, Makiadi, Bolasie, Mabwati (22′ st Kebano), Bokila, Mbokani. All. Ibengé.
GOL: 10′ st Doré, 17′ st Bifouma | 20′ st e 45′ st Mbokani, 30′ st Bokila, 36′ st Kimwaki

TUNISIA – GUINEA EQUATORIALE 1-2 dts
25′ st Akaïchi | 48′ st rig. e 12′ pts Balboa

Farà discutere ancora a lungo questo quarto finale, più per le brutte entrate dei tunisini, per i tuffi dei guineani e per le pessime decisioni dell’arbitro Rajindraparsad Seechurn che per la qualità del gioco sul campo. Una situazione che ha portato, al fischio finale di Seechurn, alla poco edificante scena di una mezza dozzina di tunisini che rincorrono l’arbitro nel tunnel, costringendo la polizia a intervenire e portando a scontri tra giocatori e steward. Una partita in cui non sembra esserci un “vincitore morale”, ma dalla quale la Tunisia esce con le ossa rotte, facendosi battere da una squadra che si trova 96 posizioni sotto nel ranking, che è stata ripescata solo in seguito al ritiro del Marocco dall’organizzazione del torneo e che ha cambiato CT undici giorni prima dell’inizio del torneo.

Il ritmo della partita è molto lento, e le occasioni stentano a vedersi. La chance migliore del primo tempo arriva poco dopo la mezzora, quando un colpo di testa di Ferjani Sassi su un ottimo cross di Ahmed Akaïchi finisce di poco lontano dai pali. La ripresa si apre con un’altra chance per la Tunisia, sempre col piede di Akaïchi, neutralizzato però dal portiere equatoguineano Ovono. Ed è proprio Akaïchi, sfruttando un cross di Hamza Mathlouthi nato da un lancio di Yassine Chikhaoui, a insaccare il gol dell’1-0 che sembrava qualificare la Tunisia alle semifinali.

I nordafricani non hanno però fatto i conti con il tardivo risveglio della Guinea Equatoriale e soprattutto con il fischietto di Seechurn, che a recupero appena iniziato fischia un rigore generosissimo in favore della squadra allenata da Becker per un fallo su Bolado. Dal dischetto Javier Balboa spiazza Mathlouthi e manda la partita ai supplementari. Sarà poi Balboa, su un calcio di punizione diretto, anche in questo caso discutibile, a decidere l’incontro con una spettacolare pennellata all’incrocio dei pali.

TUNISIA – GUINEA EQUATORIALE 1-2 dts
TUNISIA: Mathlouti A., Yaacoubi (14′ pts Msakni), Ben Youssef, Abdennour, Mathlouthi H., Ragued, Sassi, Maâloul, Khazri (40′ st Moncer), Chikhaoui, Akaïchi. All. Leekens.
GUINEA EQUATORIALE: Ovono, Travieso (35′ st Bolado), Mbele, Gomes, Bohale (41′ st Belima), Senobua, Ellong, Esono, Balboa, Nsue, Bosio (16′ st Edú). All. Becker.
GOL: 25′ st Akaïchi | 48′ st rig. e 12′ pts Balboa

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s