CAN 2015, quarti di finale: passano Ghana e Costa d’Avorio

SCARICA L’E-BOOK AFRICALCIO

Se dai quarti di finale di ieri sono arrivate le sorprese RD Congo e Guinea Equatoriale, la giornata di oggi regala dei verdetti più prevedibili, con la qualificazione in semifinale del Ghana e della Costa d’Avorio. Termina il percorso dell’Algeria di Gourcuff, ultima nordafricana rimasta in gioco: la nazionale, dopo il buon mondiale disputato in Brasile, ha dovuto chinare il capo contro gli ivoriani, che affronteranno in semifinale la RD Congo, in cerca di un titolo dopo il ritiro di Drogba per trionfare prima che la generazione d’oro degli Elefanti sia definitivamente estinta. Sembra resuscitato invece il Ghana di Avram Grant, che arriva così alla quinta semifinale consecutiva dal 2008. Non che sia necessariamente un buon auspicio: delle quattro giocate finora, tre furono perse dalle Black Stars. E contro la Guinea Equatoriale potrebbe mancare Gyan…

GHANA – GUINEA CONAKRY 3-0
4′ pt e 16′ st Atsu, 44′ pt Appiah

L’impressione, come da pronostico sulla carta, è che il Ghana sia di un’altro livello. La squadra a disposizione dell’israeliano Grant, tornato in attività dopo quasi tre anni di stop al termine di un’esperienza sfortunata a Belgrado – sponda Partizan -, mette in campo non solo determinazione, ma anche tecnica ed esperienza contro cui nulla può la pur generosa Guinea. E ricordiamo che non può nemmeno contare sullo juventino Kwadwo Asamoah, infortunato, e che è orfana di Kevin Prince Boateng.

Infatti le stelle nere passano subito in vantaggio, al 4′, quando Atsu deposita in rete smarcato da un pregevole assist di tacco da parte di André Ayew (in forza all’Olympique Marsiglia, di sicuro il più forte tra la stirpe di calciatori figli di Abedi Pelè). Dopo una timida e sterile reazione guineana, in cui comunque Constant e compagni riescono ad alzare leggermente il baricentro, il Ghana torna a macinare gioco e Asamoah Gyan ha sul destro l’occasione del raddoppio, ma fa partire un tiro centrale facilissimo per il portiere. Dopo un bello scambio in area ghanese tra Constant e capitan Ibrahima Traorè, le black stars trovano il due a zero con Kwesi Appiah dopo uno sciagurato tentativo di rinvio da parte di Sankoh, che ciccando il pallone mette in porta il numero 2 in maglia bianca, il quale trafigge facilmente il portiere Yattara. Quest’ultimo, tra l’altro, qualche minuto prima aveva scaraventato a terra Atsu con uno spintone a gioco fermo ricevendo una semplice ammonizione, in pieno spirito con l’arbitraggio che finora ha caratterizzato la Coppa d’Africa – all’inglese, si diceva una volta.

Nella ripresa la Guinea inizia forte, o meglio ci prova, arrivando alla conclusione sempre con Ibrahima Traorè, il cui colpo di testa si spegne abbondantemente a lato. Dopo questo episodio il Ghana torna a dominare, anche se non si rende quasi mai pericoloso. Al 56′ esce dal campo Constant, oggi fumoso e impalpabile, e due minuti dopo il solito Traorè si guadagna una pericolosa punizione appena fuori dall’area ghanese, ma poi la calcia alta. L’impressione è comunque che il capitano guineano sia l’unico a poter impensierire gli avversari. Arriviamo così al 61′, quando Atsu firma la sua doppietta personale con un gol pazzesco che fa pensare a quello di Shevchenko contro la Juventus, di cui non sapremo mai, come in questo caso, se si tratta di un cross sbagliato o di un tiro incredibile. Ma tant’è, 3-0 e partita chiusa a mezz’ora dalla fine grazie all’invenzione di questo giocatore che non sta trovando spazio nell’Everton. Poco o niente da segnalare per i trenta minuti successivi, se non la disordinata generosità guineana, fatta di gambe e polmoni ma poco altro, e qualche sortita offensiva del Ghana, che per lo più si limita giustamente a gestire il risultato. Il match si riaccende nel finale, quando dopo una punizione a due in area ghanese Ayew lancia Gyan verso la porta avversaria, ma l’attaccante viene stramazzato al suolo da un’uscita assassina di Yattara, che stavolta viene giustamente espulso. In porta va il difensore Abdoulaye Cissé, ma Ayew spara fuori la punizione, subito prima del triplice fischio finale. La notizia peggiore per il Ghana arriva più tardi dall’infermeria: l’infortunio potrebbe far saltare ad Asamoah Gyan la semifinale. [Calcio Romantico]

GHANA – GUINEA CONAKRY 3-0
GHANA: Brimah, Afful, Boye, Mensah, Baba, Ayew A., Acquah (41′ st Rabiu), Mubarak, Atsu (34′ st Acheampong), Gyan, Appiah. All. Grant.
GUINEA CONAKRY: Yattara N., Sankoh, Cissé, Camara F., Paye, Fofana, Constant (11′ st Keïta), Traoré, Conté, Camara Ab. (36′ st Kamano), Sylla I.(45′ pt Yattara M.). All. Dussuyer.
GOL: 4′ pt e 16′ st Atsu, 44′ pt Appiah
NOTE: al 48′ st espulso Yattara N. per doppia ammonizione.

COSTA D’AVORIO – ALGERIA 3-1
26′ pt e 23′ st Bony, 49′ st Gervinho | 6′ st Soudani

La Costa d’Avorio riacquista Gervinho e travolge l’Algeria 3-1 per garantirsi la qualificazione alle semifinali di Coppa d’Africa. Gli ivoriani hanno creato la prima occasione al 23′, colpendo la traversa con un colpo di testa di Aurier su un calcio di punizione procurato da Gervinho. Il punteggio si sblocca poco dopo: su un cross di Max Gradel Wilfried Bony si fa trovare con un timing perfetto e schiaccia di testa in rete.

L’Algeria, poco pericolosa nel primo tempo, si rifà in avvio di ripresa, pareggiando i conti con un gol di Hilal Soudani. L’Algeria trova poi al 66′ un’ottima occasione per passare in vantaggio di nuovo con Soudani, che però trova Sylvain Gbohouo sulla sua strada. Sono però gli unici momenti di vero pericolo dell’Algeria, che poco dopo torna sotto: è di nuovo Wilfried Bony a segnare, di testa su un calcio di punizione di capitan Yaya Touré. Nel finale Islam Slimani sfiora il pareggio su un cross di Ghoulam ma, a recupero ormai inoltrato, Gervinho chiude definitivamente i conti, festeggiando il suo ritorno dalla squalifica con la rete del 3-1.

COSTA D’AVORIO – ALGERIA 3-1
COSTA D’AVORIO: Gbohouo, Bailly, Touré K., Kanon, Aurier, Touré Y., Die, Tiéné (22′ st Doukouré), Gervinho, Bony (46′ st Junior Tallo), Gradel. All. Renard.
ALGERIA: M’Bolhi, Mandi, Bougherra, Medjani, Ghoulam, Taïder, Bentaleb, Feghouli, Brahimi, Mahrez (27′ st Belfodil), Soudani (27′ st Slimani). All. Gourcuff.
GOL: 26′ pt e 23′ st Bony, 49′ st Gervinho | 6′ st Soudani

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s