Coppa d’Africa: il Camerun in finale contro l’Egitto

Franceville, 02/02/2017
CAMERUN – GHANA 2-0
Ngadeu-Ngadjui 72′, Bassogog 90+3′

[Damiano Benzoni, Africalcio] Sarà Camerun-Egitto la finale di Coppa d’Africa, mentre il Ghana di Avram Grant dovrà leccarsi le ferite nella finalina di sabato contro il Burkina Faso. La seconda semifinale, giocata a Franceville, è stata una partita molto strana: un primo tempo dominato dal Camerun, poi una ripresa a marca ghanese, un pallone che non sembra voler entrare in porta per un’ora e un quarto, e i Leoni Indomabili che sbloccano il punteggio proprio nel momento in cui sembrano soffrire di più.

Certo è che la squadra di Hugo Broos raggiunge la finale con solo due vittorie nei 90 minuti, quella di stasera e quella contro la Guinea-Bissau. Le altre tre gare si sono concluse in pareggi, due dei quali a reti bianche (incluso il quarto di finale vinto ai rigori con il Senegal). Lascia interdetti pensare che una squadra con un potenziale così grande e con uomini d’attacco veloci e insidiosi come Benjamin Moukandjo, Christian Bassogog e Clinton N’Jie arrivi con così pochi gol in tasca alla finale (se si eccettuano le due gare vinte, c’è stato un solo gol).

La prima metà del primo tempo è stradominata dal Camerun: al 12′ la prima occasione, con Moukandjo del Lorient che colpisce al volo su un cross dalla sinistra, ma trova il portiere ghanese Brimah Razak sulla sua strada. Un minuto più tardi è il ventunenne Bassogog a penetrare pericolosamente in area, per farsi fermare da un intervento a fil di rigore di Wakasu Mubarak.

La prima occasione ghanese arriva al 25′, quando su un cross di Thomas Partey (Atlético Madrid) il tiro di Jordan Ayew si spegne alto sopra la traversa. Al 40′ altra occasione per l’attaccante dello Swansea City che, lanciato in area da Christian Atsu (Newcastle United), tira da posizione angolatissima: la palla scorre quasi parallela alla linea di porta per poi spegnersi oltre il secondo palo.

Nella ripresa è il Ghana a premere sull’acceleratore. Partey rivendica invano un rigore per un tocco di mano in area su un suo tiro al 50′, poi Acheampong si inventa un cross su cui però non arriva nessuno a correggere in rete. Ondoa è costretto a fare gli straordinari: prima al 55′, quando anticipa di un soffio André Ayew (West Ham), lanciato rasoterra da Atsu; poi al 61′, con una spettacolare respinta inn corner su una punizione di Wakasu.

Il Camerun sembra rientrare in partita, faticosamente, solo al 65′, quando Jacques Zoua riceve un cross di Moukandjo, controllandolo però fallosamente di mano. Al 69′ la palla sembra quasi stregata: su un corner, la palla rimbalza nell’area del Camerun, ma nessuno dei ghanesi riesce a ribadire in rete. La frustrazione delle Stelle Nere si concretizza al 72′, quando il Camerun passa in vantaggio nel momento in cui sembra più vulnerabile: su una punizione per un fallo di Wakasu, Moukandjo crossa in area, John Boye controlla malamente mettendo fuori gioco Razak (fino a quel momento degno dell’Uomo Ragno che teneva in mano poco prima dell’inizio dell’incontro) e Michael Ngadeu-Ngadjui ha il tempo di sistemarsi il pallone e tirare in porta.

La fortuna continua a non sorridere al Ghana, che ottiene diversi corner e porta la palla in area con regolarità, senza però riuscire a trovare l’affondo decisivo. Il colpo di grazia arriva al terzo dei quattro minuti di recupero assegnati: il Camerun parte in velocità in contropiede e il subentrato Vincent Aboubakar gestisce ottimamente la situazione di due contro uno, servendo Bassogog, che fa sfilare la palla alle spalle di Razak e convalida il biglietto della finale.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s